Quotidiano | Categorie: Politica, Lavoro

Carenza di personale all'anagrafe, Usb di Vicenza: subito assunzioni vere

Di Note ufficiali Mercoledi 15 Febbraio alle 21:44 | 1 commenti

ArticleImage

Non hanno bisogno di mettersi in fila gli Assessori ed i Dirigenti comunali per avere un certificato o una carta d'identità e quindi non vivono in prima persona il disagio di un servizio il cui personale è ridotto all'osso e sempre sotto organico: esordisce così in una nota che pubblichiamo Usb Federazione di Vicenza Pubblico Impiego a firma Federico Martelletto. Il personale, continua Usb, sta scoppiando, è travolto da carichi di lavoro con relativo stress e born out. A mettersi in fila, soprattutto nei pomeriggi di martedì e giovedì, sono soprattutto lavoratori come lavoratori sono gli addetti allo sportello su cui pesa la promessa non mantenuta di nuovo personale per far fronte a pratiche anagrafiche sempre più complesse in una società in continuo mutamento in cui le famiglie ed i singoli, al di là delle belle parole, delle autocertificazioni e dell'informatizzazione, hanno sempre, anzi di più rispetto al passato, necessità degli uffici anagrafe.

La situazione del personale all'Anagrafe di Piazza Biade è pesante, e anche grave è la situazione, soprattutto nei pomeriggi, di quella decentrata della Circoscrizione n. 3 dove nel recente passato sono stati aggiunti più servizi con grande enfasi e pubblicità " elettorale" sulle spalle dei lavoratori.
Lavoratori che aspettano assunzioni vere e non affiancamenti di personale con voucher.
Di questa grave situazione d'emergenza ormai cronica l'Amministrazione Comunale non sembra volersene occupare minimamente, forse in attesa che il bubbone scoppi e magari poi incolpando qualche lavoratore.
Magari definendolo come oggi è in voga "fannullone".
Risulta incredibile il fatto che l'amministrazione comunale a cui è stato fatta presente la situazione non proceda immediatamente ad assunzioni.
Che sia proprio l'amministrazione comunale la vera fannullona?
Diciamo questo perché al contempo l'Amministrazione si occupa di  soluzioni dubbie (come i nuovi uffici in via Torino) e lontane nel tempo mentre la soluzione più banale, cioè un reale e serio potenziamento del personale, non è né praticata né discussa seriamente.
Per l'Amministrazione Variati il personale sembra essere necessario solo nei servizi "di facciata", nelle vetrine per questa o quell'iniziativa utile solo a qualche consulente ben pagato o a tener buono un bacino clientelare.
Brunetta/Madia quando parlano dei "dipendenti fannulloni" lo fanno per giustificare i tagli del personale e mettere i cittadini/lavoratori contro i lavoratori pubblici.
Usb Vicenza invita i lavoratori e i cittadini a denunciare la cronica carenza di personale che diventa una cattiva gestione del servizio e chiede a tutti di muoversi affinché l'Amministrazione comunale assuma personale, potenzi i servizi.
Alla fine lavoratori e cittadini pagano tasse esose non per mantenere amministrazioni inefficienti ma per aver i servizi di qualità che spettano.


Commenti

Inviato Giovedi 16 Febbraio alle 08:44

Almeno in questi Uffici, grazie agli impiegati, dopo breve attesa i certificati sono disponibili anche se gran parte del lavoro in più è causato dalla registrazione di extra comunitari. Diverso invece il problema alle Poste, dove la consegna della corrispondenza, che era di due volte al giorno, ora è di due volte la Settimana. E' ormai accertato che a Poste Italiane i "postini" non interessano più, sono una razza in estinzione, i PT sono troppo costosi, la Banca Posta guadagna di più, speriamo non ci facciano fare la fine di BPVi. Amen.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Martedi 26 Settembre alle 07:34 da kairos
In Sequestro conti correnti Lega Nord, Vicenza Capoluogo: "è solo la giusta conseguenza di un modo sbagliato di intendere la politica"
Gli altri siti del nostro network